L’elefante è in calore: il bracconiere ne fa le spese.

Gli elefanti sono animali normalmente mansueti. Tuttavia, i maschi sono periodicamente soggetti a un ciclo chiamato "murst" (in lingua hindi: “intossicato” “folle”).

Mad Elephant

Durante questo periodo i livelli di testosterone nel sangue aumentano in modo esorbitante risultando fino a 60 volte più elevati; il pene si fa umido, con abbondanti secrezioni: si riconosce in questo modo che l'animale sta attraversando una fase di sovreccitazione sessuale. Ma anche di notevole aggressività.  

Ne ha fatto le spese Ian Gibson.

 

L'uomo si trovava in Zimbawe insieme a un cliente per cacciare un elefante maschio. Voleva ucciderlo per sottrargli le zanne d'avorio e lo avrebbe a questo scopo placcato per 5 lunghe ore. Quando alla fine si trovava a 50-100 metri dall'animale, questi si è inaspettatamente voltato indietro e, con incredibile ferocia, si è abbattuto su Ian prima che questi avesse modo di ucciderlo. L'uomo, a quanto riferito dai colleghi del posto, è praticamente morto schiacciato dall'animale, in un lago di sangue. L'aggressività dell'elefante è stata appunto ricondotta al fatto che si trovasse in un periodo "murst".  

Benché una morte tragica non sia ovviamente mai una bella cosa, ci schieriamo comunque sempre dalla parte degli animali e della natura ricordando che i trafficanti di avorio (e chi li aiuta) devono essere in ogni modo scoraggiati. Se anche tu sei d'accordo, puoi dare una mano firmando questa petizione.

Commenti

Scelti per voi