Dice di avere 5 bimbi in pancia: il giorno del parto si scopre che mente.

Uno dei dolori più forti che possono essere sperimentati è quello di perdere un figlio prima che nasca. Si impiegano mesi ad aspettarlo, si prepara tutto il necessario per accoglierlo nel mondo, finché si riceve la tragica notizia che non si diventerà genitori. Un dramma da cui spesso è difficile riprendersi. 

Ma i protagonisti di questa vicenda non hanno perso i loro figli per un aborto. La ragione è molto più oscura e inquietante.

Il canadese Paul Servat, 35 anni, conobbe Barbara Bienvenue, di 37, la scorsa estate, tramite un incontro su internet. Entrambi cominciarono una relazione che in poco tempo si trasformò in qualcosa di più, e precisamente quando, a settembre, appena due mesi dopo essersi conosciuti, Barbara confessò di essere rimasta incinta. 

Sebbene non si sentisse ancora pronto per un passo tanto importante, Paul familiarizzò presto con l'idea di diventare padre. E, presto, Barbara diede lui anche un'altra notizia: in 4 differenti occasioni il medico le aveva fatto intendere che era incinta di più bambini. In poche settimane la donna disse di aspettare due gemelli, poi tre, poi quattro e, infine, 5...  

La strabiliante notizia si diffuse presto tra amici e parenti di Paul, che si attivarono per supportarlo, anche economicamente, comprando e donando tutto ciò che sarebbe potuto risultare utile per far fronte alle esigenze di una famiglia così numerosa come quella che stavano aspettando.

Giunti alla 34esima settimana, era finalmente giunta l'ora: Paul portò Barbara all'ospedale Sainte-Justine di Montreal. Qui la donna avrebbe dovuto partorire. Ma, nell'esaminarla, i medici fanno una scoperta agghiacciante: Barbara non era incinta e non lo era mai stata! 

Ma ciò che è peggio, l'ospedale non aveva mai registrato nessuna visita che la riguardasse. A poco a poco appare chiaro che la donna aveva mentito su tutto: sui controlli fatti durante i mesi di gestazione, fino al numero di bimbi che si supponeva aspettasse. 

"Mi aveva chiesto di scegliere i nomi", racconta Paul. "I miei genitori non vedevano l'ora di diventare nonni. Ho perso tutta la mia vita". Paul non ha impiegato molto tempo a mettere fine alla relazione. Guardandosi indietro, lui e la sua famiglia confessano di aver nutrito qualche sospetto: la gravidanza di 5 gemelli suole manifestarsi in altri modi e anche la pancia di Barabara non pareva configurata come quella di una donna in attesa di un parto così importante. 

Sul momento i medici hanno ritenuto che si trattasse di una gravidanza isterica. Come è noto, questa può causare infatti gli stessi sintomi di una gravidanza normale, come nausea e ingrossamento. Ma, considerati tutti i dettagli di questa vicenda, Barbara è stata sottoposta a diversi controlli psicologici, al fine di determinare fino a che punto abbia mentito in maniera scientifica o meno. Secondo uno dei fratelli di Paul, la donna era già passata per un caso simile nel 2010.

In qualunque caso, Paul sta recuperando a poco a poco la sua vita, lontano da Barbara. "Donerò e restituirò tutte le cose che la gente mi aveva regalato quando pensava che stessi aspettando 5 gemelli", dice. "Sono una brava persona e non voglio avere nulla a che fare con le menzogne". 

Speriamo che la vita riservi presto a quest'uomo di nuovo un po' di felicità. La merita sicuramente dopo uno shock così grande. Forza Paul!

Commenti

Scelti per voi